D.O.S.E.

DOSETECA

Einstein: teoria della relatività o della felicità?

Albert Einstein, nel 1905, ha donato a tutti noi una teoria che, se lo vedessi adesso, lo ringrazierei per almeno 891* minuti consecutivi.

Non sono un matematico, né un fisico, né un ingegnere nucleare ma quando ti trovi di fronte ad un’equazione di tre lettere, un numero ed un segno di uguaglianza che aprono ad un nuovo modo di guardare l’universo e mandano all’aria secoli di concezioni sullo spazio e sul tempo, io m’inchino ed emoziono.

Cosa c’entra la teoria della relatività con il miglioramento personale, il benessere e la felicità?

Aspettate un attimo!

Prima devo parlarvi di un aspetto incredibile che forse in pochi conoscono: la formula più famosa dell’intera storia della scienza è UN POST SCRIPTUM!

Si, avete capito bene!

Dopo 30 cartelle di esposizione chiara e dettagliata della teoria della relatività ristretta, il geniale zio Albert si accorge che mancava qualcosa. Riprende l’articolo e aggiunge un post scriptum di 3 pagine per illustrare la conseguenza della sua teoria: nasce così E=MC²

Ma cosa c’entra la teoria della relatività con il miglioramento personale, il benessere e la felicità?

Un attimo solo, ancora!

Per noi comuni mortali e in poche parole, la formula di Einstein afferma che l’impalpabile energia si può trasformare in materia concreta e viceversa, un evento quasi magico e, per questo, comprensibile a tutti.

Il resto della teoria è invece molto più complessa da capire perché ribalta ciò che ci dicono i sensi, l’esperienza e i vecchi libri di fisica. Ma non ne parleremo in questo articolo, tranqui funky ragazzi!

E quindi cosa c’entra la teoria della relatività con il miglioramento personale, il benessere e la felicità?

Ancora un attimo e vi dico…

Dai scherzo! Adesso scrivo cosa potrebbe accomunare la formula di Einstein con una formula “quasi” matematica per attivare le nostre forze positive e pro-positive e contribuire al nostro benessere:

E=MC²

La “E” indica sicuramente il valore della nostra Energia, la spinta propulsiva che è in ognuno di noi. Bene, da quali fattori può scaturire? Quali sono gli elementi che possono innescare la scintilla vitale?

Nel resto della formula può esserci la risposta.

La “M” indica un fondamentale aspetto, alla base della conoscenza, della gioia, della felicità, che molto spesso dimentichiamo per rincorrere il successo, scavalcare la concorrenza, esercitare il potere.

I veri “custodi” di questo sentimento sono i bambini.

Parlo della Meraviglia!

La “C” indica un modo di essere, una struttura solida e nobile fatta di esperienza, emozioni, storia, ricordi, cultura su cui costruire i propri sogni, gli obiettivi, il proprio sé.

Il vero “custode” di questa essenza è il bambino dentro di te che stai leggendo.

Parlo del Clown!

Ed è elevato al quadrato perché non si tratta solo del clown buffo, simpatico, divertente e con la battuta sempre pronta, ma di un’ espansione del proprio IO verso una profondità d’animo che tocca le proprie emozioni e quelle degli altri con leggerezza e rispetto, in assenza di gravità di giudizio.

L’ Energia è quindi il prodotto della Meraviglia per il Clown elevato a potenza.

Continuare a meravigliarci, a meravigliare chi ci sta accanto (soprattutto i più piccoli) ed esercitare il nostro cuore e la nostra testa a guardare le cose con maggiore ironia, leggerezza e sana “follia”, ci consentirà, molto probabilmente, di trovare la nostra formula Geniale.

E, secondo me, anche zio Albert ovunque sia in questo momento, ci ringrazierà!

p.s. “Certe volte mi domando perché sia stato proprio io a elaborare la teoria della relatività. La ragione, a parer mio, è che normalmente un adulto non si ferma mai a riflettere sui problemi dello spazio e del tempo. Queste sono cose a cui si pensa da bambini. Io invece cominciai a riflettere sullo spazio e sul tempo solo dopo essere diventato adulto. Con la sola differenza che studiai il problema più a fondo di quanto possa fare un bambino.” (A. Einstein)

* 891 è il numero della prima pagina della rivista Annalen der Physik dove iniziava l’esposizione originale della teoria della relatività.

 

 

Ambrogio Scognamiglio 

Ideatore & Formatore D.O.S.E. ®

Docente, Coach, Clowndottore

Riproduzione riservata Ⓒ

Articoli

Manager Dechè

Da anni sono impegnato in prima linea con le prime …

Articoli

Vuoi volare come la Fenice?

Un’antica leggenda narra la storia di una figura mitologica capace …

Articoli

L’​ Errore come Motore

Si può sbagliare! Si deve sbagliare! Chi sbaglia paga e …

Torna su